Nuovo Certificato Energetico APE

Le nuove Classi energetiche e cosa cambia

Nuovo certificato energetico APEA partire dal 1 ottobre 2015 sono entrati in vigore i tre decreti interministeriale del 26 giugno 2015 che completano il quadro normativo in materia di efficienza energetica degli edifici e modificano l’Attestato di Prestazione Energetica (APE ex-ACE)

Tra le novità che possono interessare maggiore l’intestatario dell’Attestato di Certificazione sono le modifiche alle Classi Energetiche che passano da sette a dieci. La classe A viene suddivisa in quattro sotto-categorie (A4 – la più alta – fino a scendere A3,  A2, A1) per passare alla B fino a scendere alla G (la peggiore). Sparisce quindi la classe NC. È confermata la validità di 10 anni dell’APE

Cambia anche la grafica dell’Attestato, uguale per tutto il territorio nazionale e con una metodologia di calcolo omogenea per la classificazione delle prestazioni energetiche. Il decreto definisce uno schema di annuncio di vendita e locazione che uniforma le informazioni sulla qualità energetica degli edifici; per fornire ai cittadini un quadro completo dell’immobile, in tale schema saranno riportati anche gli indici di prestazione energetica parziali, come quello riferito all’involucro, quello globale e la relativa classe energetica corrispondente, e verranno usati degli emoticon per facilitare la comprensione ai non tecnici.

Il decreto ricorda che l’APE deve essere redatto da un certificatore energetico abilitato ai sensi del  Regolamento 75/2013 e aggiunge che il certificatore che redige l’APE “deve effettuare almeno un sopralluogo presso l’edificio o l’unità immobiliare oggetto di attestazione, al fine di reperire e verificare i dati necessari alla sua predisposizione”. L’arch. Fussotto Alberto è iscritto all’Albo dei Certificatori Energetici della Regione Piemonte al n. n. 103144.

Si ricorda che gli Attestati Energetici già redatti, restano in vigore